Quali sono le caratteristiche che rendono la birra Blanche così speciale?

La birra blanche o bianca (in francese Bière Blanche e nota con il termine fiammingo Witbier, affonda le radici nel nord Europa e si rifà alla tradizione birraria fiamminga, belga e della Francia settentrionale. É prodotta anche in Olanda.

Si tratta di una tipologia piuttosto diffusa e apprezzata, ma quali sono gli aspetti e le caratteristiche che rendono la birra blanche così speciale? Leggi l’articolo per scoprirle!

Le caratteristiche della birra blanche

La birre blanche si caratterizza per alcuni aspetti, vediamoli insieme:

  • non è filtrata e, proprio per questo, ha un aspetto torbido, lattiginoso e quasi opalescente;
  • il processo di maturazione è continuo (anche una volta che la birra è stata imbottigliata ) a causa della presenza del lievito in sospensione;
  • spesso si tratta di una birra cruda, non pastorizzata, ossia non trattata a livello termico così da eliminare i lieviti presenti;
  • il colore è giallo pallido molto chiaro, tendente al bianco;
  • la schiuma è uniforme, molto bianca, cremosa e persistente;
  • il sapore delle diverse tipologie di birra blanche è, in linea generale, acidulo, fresco e speziato. Gli aromi sono quelli delle spezie, come coriandolo e agrumi;
  • è una birra molto delicata, leggera e dissetante, ottima nel periodo estivo;
  • il grado alcolico è ridotto e non supera i 5 gradi alcolici in volume;
  • è adatta da degustare durante l’aperitivo con qualche stuzzichino, ma anche durante il pasto, abbinata a piatti leggeri e dal sapore delicato come, carni bianche poco elaborate o pesce alla griglia, fritti leggeri, formaggi stagionati e miele, pasticceria secca e crostate di frutta.

Quali sono le particolarità della birra blanche?

La birra blanche si distingue dalle altre tipologie birraie per alcuni specifici aspetti. Prima di tutto utilizza delle materie prime diverse da quelle classiche: non solo malto d’orzo, ma anche grano tenero, cioè il frumento.

Inoltre si caratterizza per un aspetto torbido a causa della presenza di lievito e proteine del frumento in sospensione. Specialmente alla temperature più basse la birra ha un colore molto chiaro e, proprio per questo, è denominata birra blanche.

Un’altra particolarità delle è l’assenza di luppolo, infatti per insaporire e conservare la birra si impiegano miscele di spezie e altre piante come, coriandolo, arance, curaçao e arance amare.

Tale ricetta è piuttosto antica e affonda le radici in epoca medievale, quando le birre venivano insaporite con una miscela aromatica, il gruit.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *